Inizia il 46° convegno internazionale di studi Pirandelliani

Sabato 5 dicembre si apre ad Agrigento il Convegno di Studi Pirandelliani, giunto quest’anno alla 46esima edizione, ed organizzato dal Centro Nazionale di Studi Pirandelliani, presieduto dal professor Enzo Lauretta. Il titolo dell’evento culturale è “Come vedo Pirandello”. Vi parteciperanno oltre 700 studenti e insegnanti provenienti da ogni parte d’Italia. I lavori del convegno si terranno al Palacongressi del Villaggio Mose’ sia al mattino che al pomeriggio. I ragazzi e i docenti delle scuole partecipanti, inoltre, visiteranno la Valle dei templi, il Museo Archeologico San Nicola, la Casa Natale e la tomba di Luigi Pirandello. Il programma del convegno prevede per la prima giornata, sabato 5 dicembre, la presentazione dell’evento alle 8.45 da parte del professor Enzo Lauretta. Subito dopo il docente universitario di Padova, Giorgio Pullini relazionerà sul tema: “L’umorismo: teoria e prassi”. A seguire il docente dell’università di Roma, Riccardo Scrivano relazionerà sul tema: “La Parola: teoria e prassi”. Nel tardo pomeriggio, alle ore 18, nella sala Castore del Palacongressi si svolgerà l’incontro con i Presidenti delle Sezioni del Centro Nazionale di Studi Pirandelliani. La prima giornata del convegno andrà in archivio con il concorso nazionale della tredicesima Rassegna del Teatro Scuola. Gli studenti del Liceo Scientifico Statale “Leonardo da Vinci” di Jesi, in provincia di Ancona, metteranno in scena “L’innesto”, mentre i ragazzi dell’Istituto Magistrale Statale “G. Marconi” di Pescara presenteranno alla platea “Movimento d’altrove”.