E’ lui il vero animale?

spighettoGuardatelo bene, guardatelo bene negli occhi. Di questo cucciolo di 5 mesi di nome Spighetto ne ho parlato oggi a Studio Aperto. Non è un cane qualsiasi, è un animale che aprirà di certo delle discussioni e che per quello che ha subito, vorrebbe di certo fare all’uomo quello che è stato fatto a lui.
Spighetto vagava da solo per le strade tra Porto Empedocle ed Agrigento, non ha una mamma nè un papà. E’ un cucciolo rimasto orfano troppo presto, a soli 5 mesi (ribadisco). Un bel giorno si è imbattuto in un gruppo di ragazzini agrigentini che anzichè prenderlo e portarlo a casa o magari regalarlo a qualche amico lo hanno preso, si, ma lo hanno avvolto nel filo spinato come una palla e ci hanno giocato a calcio per un bel po’ fino a quando il piccolo è rimasto a terra senza più muoversi.
Tralasciando per un attimo l’inciviltà di questi teppisti da quattro soldi (che non hanno altri modi per sfogare la loro frustrazione da falliti), l’attenzione dovrebbe esser rivolta ad un problema forse più grande: Spighetto è solo la punta dell’iceberg. I volontari della LAV (Lega Anti Vivisezione) di Porto Empedocle che lo hanno trovato, non avendo strutture, fondi, strumenti, servizi adeguati e tanto altro, per salvargli la vita hanno dovuto mandarlo d’urgenza a Verona altrimenti, oggi, di questo adorabile cucciolo rimarrebbe soltanto un ricordo. Adesso lui è vivo e vegeto e cerca una casa al NORD..
Si, al NORD, perchè Spighetto in Sicilia non tornerà mai più.
Il randagismo nella nostra isola e soprattutto nella nostra provincia è un problema molto serio, ma ancora più seria è la mancanza di strutture e servizi che possano salvare la vita a questi piccoli amici quando sono in difficoltà. Quello che è stato fatto a Spighetto, giusto per la cronaca, è un reato penale: riflettiamo tutti quanti e chiediamoci: chi sono i veri animali?

Guarda il servizio andato in onda oggi su Studio Aperto alle 18.30
http://www.video.mediaset.it/mplayer.html?sito=studioaperto&data=2009/12/02&id=47807&from=link