Cittadinanzattiva scrive al direttore dell’ASP di Agrigento

Riceviamo e pubblichiamo

Cittadinanzattiva – Tribunale per i Diritti del Malato-Sezione di Sciacca, registra favorevolmente l’intervento avviato recentemente dalla nuova dirigenza dell’A.S.P. di Agrigento finalizzato a mettere in sicurezza il fatiscente edificio del vecchio ospedale di Via Figuli.

Tale degrado è stato, nel passato denunciato, oltre che dal nostro Movimento, anche dai mass-media e da singoli cittadini, senza però  aver avuto nessun riscontro, nonostante che si sottolineasse la pericolosità dell’immobile.

Approfittiamo della lodevole solerzia dimostrata, dell’Ente in indirizzo, in merito alla messa in sicurezza dell’edificio, per sottolineare l’opportunità dell’ utilizzo dello stesso per  renderlo fruibile alla collettività.

Ci permettiamo di suggerire, come abbiamo già fatto in passato, che si programmi una ristrutturazione dell’immobile per essere utilizzato a fini sanitari e riunire, finalmente, le numerose attività svolte dall’A.S.P. nel nostro distretto  che sono sparse in locali affittati da privati e inidonei.

L’immobile si presta anche ad essere utilizzato come ospedale di comunità di tipo anglosassone per evitare, come prevede tra l’altro il piano sanitario regionale dell’assessore Russo,  che molti anziani, malati cronici e terminali, vengano costretti ad ingolfare la medicina d’urgenza e le corsie dell’ospedale.

Certi che si saprà trovare le giuste soluzioni ai problemi da noi sottolineati, porgiamo distinti saluti.  

 

Il coordinatore                                                                     Il Responsabile T.D.M.

Gero Maggio                                                                          Calogera Piazza