Acqua, arrivano le “Bollette pazze”

Alcuni cittadini della città siciliana si sono visti recapitare delle bollette con importi superiori ai 20 mila euro. Lo affermano Federconsumatori e Adusbef secondo cui l’episodio “non è altro che l`ennesima eclatante conferma delle numerose esperienze negative registrate in Italia in relazione alla privatizzazione del servizio idrico”.

Non bastavano gli aumenti in bolletta e le richieste di retroattività non dovute che gli utenti del servizio idrico gestito da privati hanno subito in passato, stavolta alcuni cittadini della città siciliana si sono visti recapitare delle bollette con importi superiori ai 20 mila euro. Vorrebbero farci credere che privatizzando la gestione il servizio idrico funzioni meglio? Questa è la prova tangibile che non è affatto così”, dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef.

“Bisogna prendere al più presto provvedimenti, iniziando con lo stracciare le “bollette pazze”. Inoltre, – affermano – qualora tali bollette dagli importi spropositati abbiano causato dei danni esistenziali, le nostre associazioni sono pronte a chiederne il risarcimento”.