Lunedì 30 novembre assemblea dei sindaci della provincia sui precari

Si svolgerà lunedì 30 novembre, alle ore 10, nella sala consiliare del comune di Agrigento, l’assemblea dei sindaci della provincia di Agrigento per analizzare la problematica relativa alla stabilizzazione dei lavoratori con contratto a tempo determinato, in servizio presso gli enti locali o altre istituzioni.

Per iniziativa del Sindaco di Agrigento Marco Zambuto, sono stati invitati a partecipare, oltre ai primi cittadini di tutti i comuni ed al Presidente della Provincia regionale, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali interessate.

All’importante appuntamento saranno presenti anche l’Assessore regionale del lavoro Luigi Gentile, e quello del bilancio e finanze Roberto Di Mauro.

Nella lettera di invito il sindaco Zambuto ha rappresentato la necessità di stabilire insieme una strategia che possa far superare l’attuale previsione normativa secondo la quale la spesa dei vari contratti con cui vengono retribuiti i lavoratori a tempo determinato, i precari in servizio nella pubblica amministrazione assunti per i lavori socialmente utili, incide sul calcolo patto di stabilità.

Se non intervengono, infatti, adeguati provvedimenti da parte del governo regionale e di quello nazionale, gli enti locali si troveranno in una situazione paradossale: se voglio mantenere al lavoro tale personale, che in molti casi è indispensabile per lo svolgimento dei servizi istituzionali, dovranno superare i limiti imposti dalla normativa che detta i parametri per considerare “sana” l’economia di detti enti.

Commenta a tal proposito Zambuto: “Non possiamo accettare tale situazione che ci vede costretti a scegliere assurdamente tra il licenziamento dei precari, con gravissime conseguenze sull’efficienza dei servizi e sulle situazioni familiari di tali lavoratori, e la salvaguardia degli equilibri economico-finanziari, superati i quali saremmo sulla via del dissesto.”

“Le istituzioni regionali e nazionali – conclude il sindaco di Agrigento – non possono non farsi carico di questo problema e trovare una soluzione al riguardo. Per questo riteniamo fondamentale l’incontro di lunedì prossimo nel quale avremo l’opportunità di approfondire tali aspetti e cercare soluzioni condivise tra rappresentanti dei lavoratori, degli enti locali e degli organi di governo.”