Il porto, snodo fondamentale nel bacino del Mediterraneo

Le città di Porto Empedocle, di Agrigento e di Favara, assieme ai Comuni di Aragona, Comitini, Joppolo Giancaxio, Lampedusa e Linosa, Raffadali, Realmonte, Santa Elisabetta, Siculiana e la Provincia Regionale di Agrigento sottoscriveranno oggi pomeriggio alle 18 e 30 presso il Palazzo dei Filippini di Agrigento, l’Atto Costitutivo di una nuova aggregazione territoriale, strumento indispensabile che consentirà di partecipare al Bando per accedere alle risorse economiche 2007-2013 messe a disposizione dalla Comunità Europea sullo Sviluppo Urbano Sostenibile – Asse VI.

   A questo proposito il Sindaco di Porto Empedocle, Calogero Firetto ha dichiarato: “Lo scalo portuale di Porto Empedocle si candida come snodo fondamentale nel bacino del Mediterraneo in vista del 2010 e come punto di riferimento di questa vasta coalizione territoriale. In fondo, il “Corridoio 1 Berlino – Sicilia” ha nello scalo marittimo di Porto Empedocle il suo naturale punto di sbocco verso il Mediterraneo. Dobbiamo concretizzare tutti i nostri sforzi – ha concluso il Sindaco Firetto – per intercettare i fondi comunitari per lo sviluppo di questa parte della terra siciliana attraverso una corsia preferenziale”.