“Festa in immagine” al Pasolini

Festa_in_Immagine_1Venerdì 27 novembre 2009, a partire dalle ore 18, nei locali del Centro siti in via Atenea, 123 ad Agrigento si aprirà la mostra fotografica “Festa in Immagine”. La mostra rimarrà aperta fino al 10 dicembre e sarà visitabile tutti i giorni ( tranne le domeniche )  dalle ore 16 alle ore 20.

Tre di questi sono giovani siciliani, l’altro calabrese, un anno di lavoro, un viaggio umano che diventa reportage attraverso la Sicilia e le sue feste tradizionali. L’obiettivo che esplora gli aspetti sincretici delle feste religiose dell’isola. Dai Misteri di Trapani al Ballo dei Diavoli di Prizzi; da Sant’Agata a Catania a santa Rosalia a Palermo passando per i riti della settimana santa dell’ennese per finire a Racalmuto dove i devoti, che hanno ottenuto la grazia, cavalcano  percorrendo una scalinata per arrivare dentro la chiesa con i cavalli imbizzarriti.

Giacomo Bordonaro, 24 anni, vive e studia a Palermo (laureando in Beni demoetnoantropologici presso la Facoltà di Lettere e filosofia). Collabora come Etnofotografo con il Folkstudio di Palermo, la Fondazione Ignazio Buttitta e il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. Fra i lavori più importanti: Mostra fotografica personale I mercati storici a Palermo; mostra fotografica collettiva I paesi delle “rigattiate”; mostra fotografica per la rassegna d’arte contemporanea Contaminazioni 2004; mostra fotografica collettiva Donne e mafia. Sue fotografie sono state pubblicate in: National Geographic travel di Washington; volume Sutera. Religiosità popolare e lavoro tradizionale; catalogo della mostra L’opera dai pupi siciliana svoltasi a Riga (Lettonia);

Dario De Blasi, 40 anni, vive e lavora a Palermo.  All’età di 15 anni sorge l’amore per la fotografia. Completati gli studi superiori, frequenta per due anni un corso di specializzazione fotografica a Catania e allestisce la sua prima mostra. Partecipa in collaborazione con altri fotografi alla realizzazione di alcune campagne pubblicitarie. Dopo un periodo di riflessione, completa un lavoro sulle saline ed espone lo stesso a Milano nella Galleria di Lanfranco Colombo. Pubblica sulla rivista Photographie. Negli ultimi anni si dedica al completamento di alcuni reportage a lungo termine e collabora presso lo studio GrigioMedio a Palermo, come stampatore in bianco e nero.

Calogero Russo, 35 anni, vive e lavora attualmente a Palermo. Ha frequentato corsi  di fotografia a Milano e a Formia diretti da Gianni Berengo Gardin. Lo ha accompagnato nel corso del reportage del 1° maggio sulla strage di Portella 60 anni dopo. Fra le mostre di Russo Palermo: millevolti, la città in bianco e nero con testi di Francesco Massaro.

Angelo Maggio, calabrese, si occupa di fotografia etnografica dal 1996. L’intero corpus fotografico, interamente digitalizzato e consultabile presso il Conservatorio di Musica Popolare di Isca sullo Jonio (CZ), comprende oltre 100.000 immagini, relative ad oltre 200 eventi festivi e fa parte dell’archivio dell’A.R.P.A. (Associazione di Ricerca Produzione ed Animazione) di Catanzaro che si occupa di ricerca in ambito folklorico.

Nel 2003 inizia a lavorare come fotografo nelle indagini etnografiche promosse in Sicilia dall’etnografo Ignazio E. Buttitta di Palermo. Nel 2005 collabora con il fotografo Tommaso Le Pera allo stage di fotografia di scena.
Inizia un lavoro di ricerca sul teatro in Calabria ed a collaborare con il Museo Internazionale di Palermo per il quale documenta il Festival di Morgana.