Refezione scolastica a Raffadali, replica del vice sindaco Librici

“L’interruzione del servizio di refezione scolastica non è dovuta assolutamente alla mancanza di risorse finanziarie”. A precisarlo è il vice sindaco Toto Librici, in risposta alla nota diffusa, congiuntamente, dall’associazione “Società Civile Raffadalese” e dalla sezione locale dell’Mpa. “La nostra è un’amministrazione che sa programmare, pianificare e si muove con senso di responsabilità – aggiunge Librici – ed è stato proprio questo nostro grande senso di responsabilità che ci ha portato a chiudere momentaneamente la mensa a favore dei bambini. Una decisione maturata e condivisa dai dirigenti scolastici e dall’ufficiale sanitario alla luce delle preoccupazioni manifestate da numerosi genitori in ordine al rischio diffusione del virus influenzale A H1N1. Dunque alla base dell’interruzione del servizio della refezione ci sono  solo e soltanto ragioni legate alla prevenzione. E in questa ottica in tutte le scuole di Raffadali abbiamo collocato, a disposizione dei ragazzi,  dispenser contenenti prodotto igienizzante per le mani. La mensa scolastica, visto anche l’approssimarsi ormai delle festività natalizie – conclude il vice sindaco – riprenderà regolarmente e a pieno regime subito dopo la fine delle vacanze”.