Casteltermini, un successo la “Festa dell’albero”

Determinante per l’ottima riuscita dell’iniziativa organizzata da Legambiente Circolo Rabat di Agrigento e dalle Riserve Naturali “Macalube di Aragona” e “Grotta di Sant’Angelo Muxaro”, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Casteltermini e con  la locale sezione del C.I.F. (Centro Italiano Femminile), la donazione delle piantine di olivastro, oleandro, mirto, carrubo e leccio da parte dall’Azienda Regionale Foreste Demaniali di Agrigento: in tutto 90 giovani alberelli che si sono aggiunti alle 30 piantine di alloro messe a disposizione dall’ANVE (Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori), partner nazionale della campagna di Legambiente.

“L’importanza di continuare a proporre annualmente una campagna di grande suggestione e popolarità come è certamente la Festa dell’Albero è sottolineata da dati scientifici assodati ed incontrovertibili”, afferma Claudia Casa, referente locale per le campagne di Legambiente ed operatore della Riserva delle Macalube di Aragona. Per l’esponente ambientalista è sufficiente a tal proposito ricordare che basta piantare un solo albero per compensare la produzione di 700 Kg di CO2, pari a quella emessa per produrre un quotidiano con inserto settimanale per 1 anno, mentre 20 nuovi alberi ne smaltiscono addirittura 14 tonnellate, le stesse prodotte dal consumo annuo di elettricità di un ufficio con 10 dipendenti.

“Ai bambini del Plesso “Di Giovanni” dell’Istituto Comprensivo “DE COSMI” che, con la massima attenzione e con un entusiasmo a tratti straripante, hanno partecipato sia all’attività di laboratorio per il recupero della carta proposta dai nostri educatori che alla messa a dimora nel giardino scolastico dei nuovi alberelli – continua Claudia Casa – abbiamo ricordato il ruolo vitale che un bosco ben curato riesce a svolgere non solo in termini di purificazione dell’aria e di riduzione di CO² ma anche per limitare il rischio idrogeologico e prevenire gli effetti disastrosi di smottamenti e frane, evitando tragedie come quella di Messina”.

E con la XVª Edizione della Festa dell’Albero Legambiente intensifica il proprio impegno in vista del vertice mondiale di Copenaghen (7-18 dicembre), impegno che avrà quale momento-clou la manifestazione “100 Piazze per il Clima” che in Sicilia è strettamente connessa alla petizione “Don’t Nuke the Climate – Il nucleare non serve al Clima” (coordinata dal network francese Sortir du nucléaire e sottoscrivibile anche on line). Proprio per questo è in fase avanzata di organizzazione per sabato 12 dicembre una grande manifestazione che avrà luogo a Termini Imprese contro l’ipotesi della realizzazione nel grosso centro costiero palermitano di una centrale nucleare.

Alla manifestazione aderiranno tutte le sigle presenti sul manifesto  nazionale di “In Marcia per il Clima”: Legambiente, Acli, Acli Ambiente–Anni Verdi, Adoc, AIAB, Altreconomia, Ambiente e Lavoro, Amici della Terra, ARCI, Arci caccia/CSAA, Arci Servizio Civile, Arciragazzi, Associazione Ong Italiane, Auser, Banca popolare Etica, CGIL, CIA, CISL, Cittadinanzattiva, Civitas, Coldiretti, Ctm Altromercato, CTS, Fa’ la cosa giusta!, FAI, Fairtrade Italia, Fair,  Fare Verde, Federazione nazionale Pro Natura, Federconsumatori, Federparchi, FIAB onlus, FOCSIV, Forum Ambientalista, Forum Nazionale Terzo Settore, Greenpeace Italia, LAV, Lega Consumatori, Lega Pesca, Libera, Lipu, MDC, Medici per l’ambiente, Movimento Consumatori, Sbilanciamoci, Slow Food Italia, Tavola della Pace, Terra! onlus, Terra quotidiano ecologista, Terre di Mezzo, UIL, UISP, Unione degli studenti, VAS, WWF.