Sviluppo del territorio, Catanzaro “attacca” la burocrazia

Si è svolto questa mattina ad Agrigento, nella Sala Zeus del Museo Archeologico Regionale di San Nicola, l’incontro dibattito organizzato dal “Centro studi Giulio Pastore” sul tema: “Dopo l’approvazione degli strumenti urbanistici, un progetto culturale per lo sviluppo del territorio agrigentino”

Dopo i saluti di Giuseppe Castellana – Direttore del Museo Archeologico Regionale di Agrigento e di Vittorio Messina – Presidente della Camera di Commercio di Agrigento il prof. Maurizio Carta dell’Università di Palermo ha tenuto la relazione.

Sulle coordinate di un progetto culturale per lo sviluppo di Agrigento si sono confrontati il Sindaco Marco Zambuto, il presidente di Confindustria Agrigento, Giuseppe Catanzaro e il deputato nazionaledel Pdl, on. Vincenzo Fontana.

Catanzaro, che è anche vice presidente regionale di Confindustria, si è soffermato sui ritardi della burocrazia a sintonizzarsi con i nuovi paradigmi di efficienza e di efficacia. “Non è possibile – ha detto- che nel terzo mondo possiamo mettere a frutto le potenzialità delle nuove tecnologie e dalle nostre parti ancora no”.

Da parte dell’on. Vincenzo Fontana è stata posta l’esigenza di utilizzare a pieno i nuovi strumenyti urbanistici per farne un’occasione di crescita all’interno di un progetto culturale che valorizzi la vocazione del territorio. “E’ arrivato il momento –  ha detto l’on. Vincenzo Fontana – di affrontare con decisione le nuove sfide e introdurre nell’agenda politica il tema della bellezza come valore trasversale al recupero del prezioso patrimonio che possiede Agrigento, in una visione di sviluppo sostenibile dove la ricucitura del tessuto urbano e la coesione sociale siano le parole d’ordine per programmare la città del futuro”.