Sbloccati i fondi per il depuratore di Raffadali

Proficuo “blitz” ieri a Palermo del sindaco Silvio Cuffaro, del vicesindaco Totò Librici e dell’ingegnere Totò Impiduglia, in rappresentanza di Girgenti Acque, che, in un incontro tenutosi presso l’Agenzia Regionale dei Rifiuti, sono riusciti a sbloccare i finanziamenti destinati all’adeguamento dell’impianto di depurazione del comune di Raffadali. Si tratta di circa un milione di euro che serviranno per la messa a norma dell’impianto raffadalese che molti disagi aveva creato negli ultimi tempi, a causa del suo cattivo funzionamento. Circa 545 mila euro rappresentano il finanziamento concesso, a suo tempo, dall’allora presidente della regione Totò Cuffaro, somma che venne successivamente bloccata. Altri 500 mila euro saranno invece messi a disposizione da Girgenti Acque che curerà anche l’aspetto tecnico, provvedendo all’adeguamento dell’impianto.  “Finalmente – ha dichiarato il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro – abbiamo raggiunto anche questo importante obiettivo per la nostra comunità, a dispetto di chi ci accusa di non saper amministrare. Grazie alla somma di circa un milione di euro che siamo riusciti a sbloccare, il nostro comune potrà dotarsi di un impianto di depurazione ultramoderno e di ultimissima generazione. Sarà completamente coperto – continua Cuffaro – e dall’esterno la lavorazione delle acque reflue non sarà assolutamente visibile. L’impianto miasmatico attualmente in funzione, per i cittadini della zona, ma anche per tutti i raffadalesi, sarà soltanto un brutto ricordo così come le esalazioni maleodoranti che hanno reso difficile la vita di parecchi abitanti della zona. A distanza di pochi giorni dall’inaugurazione della circonvallazione – conclude Silvio Cuffaro – abbiamo aggiunto un’ altra importante  tessera al grande puzzle rappresentato dal nostro programma elettorale, presentato ai nostri elettori, che ci apprestiamo a completare”.