Raffadali, Virone chiede convocazione consiglio su petizione Ad Est e Officina democratica

Il Capogruppo dell’Opposizione Avv. Aldo Virone ha presentato, in ottemperanza all’articolo 31 dello statuto comunale, la richiesta di convocazione del consiglio comunale per discutere la petizione per il rafforzamento dei Servizi sociali promossa dalle  associazioni Ad Est e Officina democratica valorizzate dalla sottoscrizioni di oltre 350 raffadalesi.
Tra i vari  punti la petizione impegna la Giunta ed il consiglio comunale ad effettuare:
una programmazione mirata al totale abbattimento delle barriere architettoniche nelle strutture pubbliche, nelle scuole, negli uffici comunali;
ad istituire una navetta che garantisca ai portatori di handicap, o ai cittadini affetti da disabilità motoria, la fruizione del mercato settimanale e della messa domenicale;
A rendere più corposi gli stanziamenti per l’assistenza agli anziani e ai bisognosi nel prossimo bilancio.
“La discussione delle proposte che vengono dalla popolazione è un atto dovuto – dice Aldo Virone –  ed il consiglio comunale deve dare un atto d’indirizzo e d’impegno nei confronti delle fasce più deboli di Raffadali.
Ad Est e Officina democratica hanno svolto il loro compito di pungolo, ora tocca ai consiglieri comunali – conclude Virone  – ribadire nella sede opportuna la loro già provata serietà e onestà intellettuale”.

Secondo lo Statuto comunale il civico consesso deve essere convocato entro cinque giorni.