Convegno di studi Pirandelliani, Lauretta: “I giovani saranno protagonisti”

Si svolgerà dal 5 all’8 dicembre prossimi il Convegno Internazionale di studi pirandelliani, giunto quest’anno alla 46esima edizione ed organizzato dal Centro Nazionale Studi Pirandelliani di Agrigento, presieduto dal Professor Enzo Lauretta. Il convegno s’intitola: “Come vedo Pirandello”. Vi parteciperanno migliaia di studenti e docenti provenienti da ogni parte d’Italia. L’evento si terrà al Palacongressi del Villaggio Mose ad Agrigento. 
“Il titolo “Come vedo Pirandello” – afferma il professor Enzo Lauretta – si basa sulla partecipazione viva e diretta dei Gruppi di lavoro al Convegno. Ci sarà sempre la tenuta colta e autorevole di noti cattedratici che introduranno e concluderanno i vari tempi delle relazioni, ma all’interno si articoleranno gli interventi dei giovani leader dei Gruppi delle varie regioni italiane, che hanno lavorato per un anno su ognuno degli argomenti delle giornate. Sarà un test estremamente interessante in cui i giovani diranno il loro punto di vista sui singoli temi del Convegno attorno ai quali si è svolta l’impegnativa ricerca e prima ancora l’attenta lettura dei testi pirandelliani”.
Quali sono le caratteristiche del Convegno di quest’anno?
“Ancora una volta il Convegno ha tenuto impegnati i giovani ricercatori in un lavoro assiduo e intelligente che, sono certo, darà esito estremamente validi capaci di rivelare la capacità di lettura dei giovani, opportunamente interessati e guidati. Dall’ideologia pirandelliana, l’Umorismo e la Parola, alla funzione del Dialetto, alla nuova scrittura dei Romanzi-Diario, dal pensiero dell’Oltre alla nuova dialettica riguardante il Teatro e il Cinema, i Gruppi di lavoro di 30 province italiane, daranno prova di quali siano i metodi di lettura e dello studio per capire i testi, le idee che li muovono e la scrittura esemplare in cui sono espressi. Come dire, una nuova maniera di fare scuola”.
Quali gli obiettivi?
“Il Centro nazionale Studi Pirandelliani, attraverso i nostri Convegni, le Giornate di studio e le Pubblicazioni, ha come obiettivo primario quello di tenere sempre aggiornata la critica sull’Opera pirandelliana e teneva desta la Ricerca sullo Scrittore agrigentino, promuovendo nuove letture e analisi. C’è, poi, un altro obiettivo più concreto e più pratico: quello di realizzare (e lo facciamo da 46 anni) nella nostra Città un grande Convegno di cultura che porta un migliaio di persone per cinque giorni in Agrigento e promuove un incontro a livello colto e umano che ha dei risvolti turistici (5000 presenze e visita del territorio in un periodo che non registra afflusso turistico ordinario): è, questo, un fatto economico di cui non tutti si rendono conto.