Aeroporto, Primavera Favarese aderisce alla manifestazione del 28 novembre

“La costruzione dell’aeroporto ad Agrigento non è un capriccio, ma un impegno politico del presidente D’Orsi, deciso a sostituire l’aeroporto virtuale – quello, per intenderci, in ”plastico” –  che, per tantissimi anni ha fatto bella mostra di se lungo il corridoio del palazzo provinciale con uno vero e di sostituire glia aerei-giocattoli posati sulla pista con aerei reali, capaci davvero di atterrare, di decollare e di librarsi in aria”.

Lo dichiara il coordinatore di Primavera Favarese Rosario Manganella  che condivide l’impegno del presidente della Provincia e aderisce alla manifestazione di sabato 28 novembre, indetta dal capo dell’amministrazione provinciale, Eugenio D’Orsi, per sollecitare gli organi competenti a mettere, finalmente, la parola fine alla telenovelas “aeroporto”, approvando e finanziando il progetto per la costruzione dello scalo aeroportuale a Piano Romano.

“Primavera Favarese – dice Manganella – è convinta della necessità di tale infrastruttura che può davvero rappresentare il volano per lo sviluppo turistico ed economico della nostra provincia e, pertanto, invita gli agrigentini a partecipare massicciamente alla manifestazione di lotta, coraggiosamente proclamata dal presidente D’Orsi che, in questa battaglia civile, non soltanto, non può essere lasciato solo, ma ha bisogno del sostegno di tutti, a partire dalla deputazione nazionale e regionale e del ministro Alfano, ma, soprattutto, della popolazione agrigentina, la quale sicuramente, dalla realizzazione dello scalo aeroportuale, trarrà notevoli benefici” conclude Manganella.