Regione: Panepinto, voto Ars consegna PD compatto e centrodestra a pezzi

“Quello che è successo ieri all’Ars dimostra che il secondo governo Lombardo è finito e che il PD, completata la lunga e complessa fase congressuale, è tornato ad essere compatto e determinante nella vita politica siciliana”. Lo dice Giovanni Panepinto, deputato regionale del Partito Democratico.

“Il PD – aggiunge – ha vissuto mesi di intenso dibattito interno, ma dalle primarie è uscito un partito più forte e radicato nel territorio. Adesso lo scenario è complesso: c’è un governo senza maggioranza che ha l’enorme colpa di aver fatto impantanare la Sicilia, e c’è un centrodestra ormai in briciole. In questo scenario il PD, con un nuovo segretario forte uscito dalle primarie e un gruppo parlamentare robusto e determinante, assume un ruolo centrale e di grande responsabilità.

Bisogna evitare possibili avvitamenti sul dibattito che tanto appassiona la stampa, e poco i siciliani: chi scegliere fra Lombardo e Cuffaro. E in questo ci aspettiamo il contributo di tutti, compreso quello di Enzo Bianco, esperto politico nazionale che ben conosce i rischi che si corrono alimentando un dibattito di questo tipo. Adesso il nostro unico obbligo – conclude Panepinto – è comprendere i veri interessi dei siciliani per uscire da una emergenza economica e sociale che sta soffocando la nostra regione.