Inaugurataa Casa Sicilia Bulgaria

Inaugurata oggi a Sofia in Bulgaria la nuova Casa Sicilia. Una vetrina per la promozione dell’immagine ,dei prodotti tipici  e dell’artigianato isolano ospitata all’interno di  un monumento storico nazionale : la casa dello scrittore Tzvetan Radoslavov autore dell’inno nazionale bulgaro.
Casa Sicilia mette a disposizione mezzi e servizi organizzati, per consentire alle imprese siciliane, con l’assitenza di soggetti privati e pubblici, di dare la massima visibilita’ alle loro produzioni di grande pregio e di sviluppare iniziative promozionali ed industriali, anche in collaborazione con le imprese bulgare e quest’anno si è arricchita di una iniziativa che è stata incardinata nell’ambito della manifestazioni di inaugurazione:la presentazione del libro di Andrea Camilleri “La pensione di Eva” per la prima volta tradotto in cirillico.
La Regione Siciliana infatti , ha pensato a Camilleri come ambasciatore della cultura siciliana all’estero, che con le sue opere già tradotte in varie lingue adesso apre uno spaccato della nostra tradizione letteraria anche in Bulgaria.
L’iniziativa è stata presentata oggi alla presenza di una folta delegazione con in testa  l’Assessore Regionale al Turismo Nino Strano, l’On. Fabio Granata Vice Presidente nazionale della commissione parlamentare antimafia ,la figlia di Camilleri, Andreina, Nino Di Giacomo componente dello staff di diretta collaborazione assessoriale e il Ministro della cultura  bulgaro.
Nel corso della presentazione dell’opera letteraria è stata proiettata una intervista  ad Andrea Camilleri, realizzata a Roma dal direttore di Tva Arturo Cantella  , che con una troupe si è recato a Casa Sicilia per la realizzazione di un ricco reportage sull’argomento.
Questa sera è in programma una cena di gala organizzata da Casa Sicilia  alla quale parteciperanno i massimi esponenti istituzionali locali ,che per l’occasione degusteranno prodotti e piatti tipici isolani in un menù corato dallo chef Lorenzo Guardino.