Provincia. Il Consiglio aggiornato a martedì prossimo

Aeroporto, viabilità e potabilità idrica, sono stati gli argomenti sui quali si è articolato il dibattito consiliare.

Ad apertura di seduta il presidente del Consiglio provinciale, Raimondo Buscemi ha dato lettura della lettera del consigliere Calogero Lo Leggio che aderiva al gruppo del Pdl .  Subito dopo il consigliere Davide Gentile informava il Consiglio di aver scritto alla Girgenti acqua per chiedere spiegazioni sul problema dell’acqua inquinata a Canicattì; mentre il vice presidente vicario, Mario Lazzano, nel sostenere le manifestazioni pro aeroporto chiedeva forti interventi per la viabilità provinciale ed in particolare per la SP n.3  che collega la statale 189 alla 640 e che oggi a seguito della chiusura per il raddoppio di un tratto della Agrigento-Caltanissetta, assorbe una forte mole di traffico.

Dopo questi intervento Matteo Ruvolo del Mpa prendeva la parola e leggeva una lunga lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Provinciale e per conoscenza al Presidente della Provincia con la quale si dichiarava indipendente. Il presidente della Provincia, Eugenio D’Orsi ha preso quindi la parola ed ha invitato il Consiglio delle due manifestazioni in favore dell’aeroporto di Agrigento chiedendo l’unità di tutti i consiglieri.

Iniziava quindi un articolato dibattito politico sulle due manifestazioni pro-aeroporto che ha visto prese di posizioni differenti da parte delle varie anime del Consiglio anche se all’unisono tutti sono stati concordi nel riaffermare la necessità di realizzare la struttura quale punto di partenza per un vero riscatto economico e sociale dell’intero territorio provinciale.

Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri Carmelo Avarello, Carmelo D’Angelo. Daniele Cammilleri, Totò Scozzari, Orazio Guardaci e Davide Gentile e gli assessori provinciali Giuseppe Arnone e Piero Macedonio.

A seguito dei toni assunti dal dibattito Angelo Bennici ha chiesto al presidente Buscemi di aggiornare i lavori a martedì prossimo. Messa ai voti la proposta i lavori sono stati rinviati a martedì prossimo 17 novembre.

Poco prima della chiusura dei lavori l’intero Consiglio ha incontrato  una delegazione di imprenditori cinesi.