Operazione contro la prostituzione: 5 i provvedimenti

cc dueI carabinieri di Agrigento, coordinati dal capitano Giuseppe Asti, stanno eseguendo, nell’ambito di una maxi operazione contro lo sfruttamento della prostituzione denominata “Pretty Woman”, cinque misure cautelari firmate dal gip Stefano Zammuto e richieste dal sostituto procuratore Andrea Bianchi. Tre le persone arrestate, una delle quali è stata posta ai domiciliari, e due i divieti di dimora. A capo dell’organizzazione che sfruttava giovani cubane, cinesi, colombiane e dominicane che si prostituivano all’interno di insospettabili appartamenti di Agrigento, ci sarebbe una donna originaria di Panama, mentre un’altra donna, di Modica, avrebbe mantenuto i contatti con i clienti. A dare il via all’inchiesta sono state alcune lamentele e denunce presentate ai carabinieri da parte degli agrigentini, residenti negli stabili attigui a dove avveniva la prostituzione, che si erano insospettiti a causa del continuo via vai di uomini. I militari, per mettere a segno l’operazione, si sono avvalsi di intercettazioni telefoniche ed ambientali e di riprese video.

Una conferenza stampa, per illustrare i dettagli dell’operazione “Pretty Woman” si terrà alle ore 11 al comando provinciale dell’Arma.