Riunito il coordinamento regionale del CPT

Si e’ riunito il 5 novembre scorso presso la sede del CPT – Comitato paritetico prevenzione infortuni di Siracusa, il coordinamento regionale delle presidenze e dei direttori dei cpt- comitati paritetici prevenzione infortuni di tutte le province siciliane, alla presenza delle parti sociali costituenti (Ance, Feneal Uil , Filca Cisl , Fillea Cgil )

All’ordine del giorno dell’importante assise, tra gli altri punti, l’ annuale rotazione del coordinamento regionale.

A guidare l’attivita’ dell’organismo per l’anno 2008/2009 sono stati il presidente Salvatore Calleri, il vice presidente Sebastiano  Gionfriddo ed il direttore Fabio Tortorici del Cpt di Siracusa.

Il coordinamento ha deliberato il passaggio delle consegne dal Cpt di Siracusa al Cpt di Agrigento. Pertanto il coordinamento regionale dei comitati di presidenza e dunque passato al presidente ing. Angelo Barbarino ed al vice presidente Salvatore Caruana. Il coordinamento tecnico viene assunto dal  direttore del Cpt Manlio Cardella.

Ecco gli obiettivi prioritari secondo il presidente Angelo Barbarino:

  • potenziamento del ruolo degli organismi paritetici aumentandone i compiti e le attribuzioni, in applicazione del d.lgs 81/08 – testo unico per la sicurezza- modificato dal d.lgs 106/09
  • garantire la omogenizzazione dei servizi erogati dai cpt in favore delle aziende, dei datori di lavoro, dei tecnici e delle maestranze, finalizzati al miglioramento delle condizioni di sicurezza e salute nei cantieri e negli ambienti di lavoro in edilizia
  • attuazione del programma  regionale cofinaziato da Inail Sicilia finalizzato alla promozione di progetti collegiali da realizzarsi in tutte e nove le province siciliane in materia    di sensibilizzazione e diffusione della cultura    della prevenzione.
  • attivare  le più opportune iniziative affinche’ tutte le stazioni appaltanti della sicilia stipulino le convenzioni previste con ogni cpt di ciascuna provincia, “ in materia di prevenzione e sicurezza nei cantieri di lavori pubblici della regione siciliana”, in applicazione dell’art .3 della legge regionale n. 20/2007 sui lavori pubblici
  • attivare un programma di sensibilizzazione verso la prefettura di ogni provincia per
  • richiedere la convocazione di apposite conferenze di servizi con tutte le stazioni
  • appaltanti che ancora si attardano alla stipula delle convenzioni di cui sopra.
  • attivare un programma di incontri mirati con l’assessorato reg.le alla sanita per  realizzare protocolli di intesa tra i cpt e le asp- aziende sanitarie provinciali; con l’assessorato reg.le al lavoro per proporre
  • programmi di formazione ed informazione da diffondere in ogni territorio  particolare riferimento agli istituti scolastici; con le università
  • valorizzare sempre più  il ruolo strategico delle parti sociali (Ance, Feneal Uil , Filca Cisl , Fillea Cgil ) senza il cui impegno oggi non esisterebbero i cpt territoriali a difesa della prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro