Sciacca, dalla prossima settimana i lavori alla rete idrica

Il sindaco Vito Bono e il vicesindaco e assessore alla Polizia Municipale Carmelo Brunetto rendono noto che la prossima settimana i lavori previsti nel progetto di “ottimizzazione e ammodernamento della rete idrica” interesseranno anche la Via Licata. Da lunedì, per consentire agli operai dell’impresa di operare, la strada sarà interdetta al traffico veicolare dalla Polizia Municipale da piazza Saverio Friscia a piazza Lazzarini.

Il sindaco Vito Bono e l’assessore alla Polizia Municipale Carmelo Brunetto ribadiscono che si tratta di opere indispensabili, programmate da tempo per risolvere i problemi idrici della città. L’Amministrazione comunale chiede ai cittadini di avere pazienza. Gli attesi benefici finali – evidenziano ancora una volta il sindaco Bono e il vicesindaco Brunetto – saranno rilevanti sia per l’approvvigionamento che per la regolare distribuzione idrica nelle abitazioni degli antichi quartieri della città che negli anni hanno dovuto affrontare enormi sacrifici per la mancanza di acqua. L’apertura del cantiere, che andrà ad ammodernare i vetusti impianti, comporterà inevitabili disagi alla circolazione veicolare, disagi che però saranno non solo limitati nel tempo ma saranno ricompensati in seguito con importanti vantaggi derivanti dall’ammodernamento della rete idrica. Il progetto prevede infatti la sostituzione della vecchia e fatiscente conduttura interessata negli anni da ripetuti guasti, rotture e anche da inquinamenti fognari. L’Amministrazione comunale – concludono il sindaco Vito Bono e il vicesindaco Carmelo Brunetto – è impegnata, con i propri uffici, a ottimizzare quanto è possibile l’esecuzione dei lavori e la tempistica, per ridurre al minimo i disagi ai cittadini e alle attività commerciali.

Il vicesindaco Carmelo Brunetto ha convocato per lunedì i rappresentanti dei commercianti per illustrare il programma dei lavori.

Le opere sono eseguite dalla società consortile IdroSciacca 2009”. I lavori, iniziati i primi di ottobre, interesseranno tutto il centro abitato da san Michele alla Marina.