Piano strategico, si riparte

La regione siciliana ha pubblicato finalmente l’avviso per la formazione delle coalizioni territoriali che parteciperanno al riparto del PO Fesr ASSE 6, destinato alle infrastrutture urbane per la sostenibilità e miglioramento della qualità urbana.

In presenza di una grande capacità della coalizione, di programmare un piano di interventi integrati, è possibile firmare con la regione un accordo di programma per aggiungere altre risorse a valere sugli assi del PO Fesr, nonchè su diversi strumenti di finanziamento vigenti.

Il termine ultimo per la formazione della coalizione e per presentare la proposta alla regione è il prossimo 30 novembre.

Vista l’urgenza la prossima settimana si intensificheranno i contatti per riguardare le azioni svolte con i Gruppi del Piano Strategico per individuare le inziative ammissibili.

Della coalizione faranno parte i comuni di Agrigento, Favara, Aragona, Porto Empedocle, Ioppolo Giancaxio, S. Elisabetta, Realmonte Siculiana, Raffadali, Comitini e Lampedusa e Linosa.

Ieri il sindaco Marco Zambuto ha dichiarato al  coordinatore Enzo Camilleri che intende adottare tutte le misure opportune per non perdere alcuna occasione di finanziare lo sviluppo del territorio e, credo, di poter affermare che non ci sarà uno solo, tra quelli che hanno partecipato alle azioni del piano strategico e del laboratorio della libera concertazione, disposto a fare un passo indietro o disprezzare la volontà di quanti si spenderanno per lo sviluppo di Agrigento.

La prossima settimana saranno affrontati i temi delle iniziative coerenti con il piano di sviluppo insieme ai partner del piano strategico.