Licata, dissequestrato impianto di depurazione

La vasca di accumulo dell’impianto di depurazione ubicato in contrada Ripellino, destinate alla raccolta di acqua, da destinare al terziario, è stata dissequestrata.

Il provvedimento di dissequestro è stato notificato stamani dagli uomini del Comando Compagnia dei Carabinieri di Licata al dirigente del dipartimento Lavori pubblici, arch. Fabrizio Lo Porto, a seguito di quanto disposto dalla Procura della Repubblica di Agrigento.

Oltre alla suddetta vasca di accumulo del refluo, sono state dissequestrati i motori e le pompe pertinenti.