Anche l’aeroporto di Agrigento sbarca su internet

Anche sui siti inglesi e sui siti specializzati delle reti aeroportuali sbarca la notizia della realizzazione dell’aeroporto di Agrigento.

I siti riportano la notizia che il Governo regionale ha stanziato 30 milioni di euro per la costruzione dell’aeroporto. L’articolo diffuso dal sito in lingua inglese Italy Magazine e rimbalzato su molti altri siti inglesi ed è stato pubblicato anche da un sito specializzato “AirportS international”. Nel testo dell’articolo si ricorda che “il vecchio piano per un aeroporto, vicino alla Valle dei Tempi ad Agrigento, fu abbandonato l’anno scorso dopo le proteste sull’enorme distruzione di caratteristiche naturali che tale progetto avrebbe comportato nella Contrada Noce a Racalmuto. Si valutò che circa 106 piccole case sarebbero state spianate con un bulldozer per costruire la pista. Preoccupazioni furono espresse anche per il fatto che il sito si trovasse in un’area sismica e come 2,050 milioni di metri cubi di terra sarebbero stati rimossi durante la costruzione. Quando l’Enac, l’autorità dell’aviazione civile  Italiana fermò il progetto nell’ottobre 2008, il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi affermò che l’aeroporto sarebbe stato costruito altrove ed ora sembra che questo è quello che accadrà. Il Governo Regionale  ha annunciato che 30 milioni di euro di fondi europei sono stati destinati per un’infrastruttura aeroportuale  adAgrigento e si pensa che questo risultato sia dovuto principalmente grazie agli sforzi del tenace Presidente D’Orsi.  I politici locali sperano che l’aeroporto finirà  per fare uscire Agrigento dalla “marginalità geografica”, consentendo ai  turisti di arrivare  più facilmente. “La Valle dei Tempi ad Agrigento in Sicilia è uno dei luoghi della Magna Grecia meglio conservati e più importanti del mondo ed è un sito UNESCO patrimonio dell’umanità dal 1988”.

Inoltre anche sul famoso social network Facebook si sono creati siti di discussione a favore dell’aeroporto. “Quelli che vogliono l’aeroporto ad Agrigento” conta 2192 iscritti mentre “Quelli che vogliono l’aeroporto a Licata” conta già più di 1300 iscritti e 5.000 contatti.