Bosco: salvaguardare anche i lavoratori stagionali dell’Ente di Sviluppo Agricolo

Nino Bosco, il deputato regionale del PDL, ha chiesto, con un’interrogazione al Governo regionale, che vengano adottate misure di salvaguardia per la tutela dei lavoratori precari dell’ESA.

“Ormai è prossima la soppressione dell’Ente di Sviluppo Agricolo e con essa è stato disposto che i dipendenti vengano trasferiti alla Resais, spiega il deputato di Favara, ma per i lavoratori stagionali non vi sono certezze di salvaguardia occupazionale”.

Con l’atto ispettivo, Bosco ha sottolineato la necessità improrogabile di stabilire misure congrue per la tutela dei lavoratori che negli anni e con la loro professionalità hanno garantito le attività essenziali dell’Ente di sviluppo agricolo”.

“Condividiamo la linea di rigore che il Governo della Regione  sta portando avanti contro gli sprechi, ma, riteniamo, – conclude Bosco – che in un momento di grave crisi, come quello che stiamo vivendo, è imprescindibile porre in essere tutte le risorse utili a salvaguardare il posto di lavoro di tanti precari”.