Governo regionale, aeroporto e Provincia, Totò Cuffaro ne ha per tutti

cuffaroE’ impegnato su tutto il territorio  nazionale per rilanciare l’azione politica dell’Udc. Ma la  “sua” Sicilia resta al centro dei  pensieri, delle parole e delle azioni. L’ex presidente, oggi senatore e dirigente nazionale dello scudocrociato, non perde occasione per fare il punto della situazione sulle dinamiche politiche che riguardano il Governo della Regione. Il suo timoniere, l’ex amico ed ex alleato Raffaele Lombardo. Ma anche per manifestare la sua posizione in riferimento ad alcuni argomenti come quello relativo alla vicenda aeroporto e come quello relativo alla possibile riduzione degli assessorati al suo partito all’interno della giunta provinciale. Partiamo con le vicende politiche regionali.
Senatore Cuffaro, alle luce della nascita del Pdl Sicilia e del possibile rimescolamento delle carte in un contesto di nuove alleanze, l’Udc potrebbe tornare in maggioranza?
“Fino a quando alla guida della Regione ci sarà  Lombardo, l’Udc resterà a  fare opposizione. Noi siamo usciti dalla giunta per non essere coinvolti nel non governo di questo presidente che di fatto ha paralizzato tutta l’attività. Lui sta solo utilizzando l’istituzione, la sta piegando agli interessi del suo partito, per far crescere l’Mpa. Noi a questo gioco non ci stiamo”.
La giunta Lombardo ha stanziato 40 milioni di euro, somma proveniente  dal calderone dei fondi Fas, per la realizzazione dell’infrastruttura aeroportuale nel territorio agrigentino. Quali sono le sue valutazioni?
“Rimango allibito. Ecco quali sono le mie valutazioni. Questo governatore prima azzera la somma che avevo messo a disposizione io, quando ero presidente della Regione, ora ripristina i fondi. E i tre assessori regionali agrigentini, assieme a tanti altri esponenti politici locali, gridando al miracolo. Ma Di Mauro, Cimino e Gentile dove erano quando, nel silenzio più totale, le risorse già disponibili sono state dirottate altrove. Finiamola con questi giochetti. L’aeroporto per il nostro territorio è importante. Allora realizziamolo seriamente”.
Senatore Cuffaro, alla Provincia si parla di un ridimensionamento dell’UDC. Cosa c’è di vero?.
“Nessuno ci ha mai convocato per sederci attorno ad un tavolo. Nessuno mi ha finora interpellato per parlare di ridimensionamento del mio partito. Noi siamo e continueremo ad essere leali con questa amministrazione provinciale per dare un aiuto al presidente D’orsi a portare avanti il programma elettorale. Non accetteremo, comunque, un eventuale ridimensionamento”