Canicattì, intimidazione al presidente del “Tre Sorgenti”

panorama_canicattiUn segnale inquietante ed inequivocabile quello recapitato al presidente  del consorzio acquedottistico Tre Sorgenti di Canicatti’, l’avvocato Calogero Mattina: un mazzo di crisantemi assieme a dei lumini accesi davanti la sua foto.

La scoperta e’ avvenuta questa mattina nella sede del consorzio da parte di un operaio che ha subito avvertito la polizia e lo stesso presidente. L’avvocato Mattina, dopo essersi recato sul posto, e’ stato sentito dagli agenti del commissariato di Canicatti’ che indagano sul fatto.

Gli infissi ed il portone d’ingresso del consorzio, non presentavano segni di effrazione. Ciò fa sospettare che l’autore ed il movente del gesto siano da ricercare all’interno del Consorzio stesso poiché chi ha compiuto l’atto intimidatorio aveva libero accesso ai locali.

Non e’ la prima volta che l’avvocato Calogero Mattina si trova al centro di intimidazioni che ancora non hanno avuto una chiave di lettura univoca. Gli investigatori stanno svolgendo accertamenti sull’attivita’ del Consorzio, che dovrebbe essere gia’ stato sciolto e liquidato dopo l’attivazione degli Ato Idrici e l’affidamento di tutti i servizi a Girgenti Acque.