Lavori pubblici: in gazzetta prezzario regionale cantieri di lavoro

E’ stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale della Regione siciliana n. 49 il decreto 14 ottobre 2009 sull’analisi dei costi per la redazione dei progetti di cantieri di lavoro a firma dei dirigenti generali del dipartimento ispettorato regionale dei Lavori Pubblici e del dipartimento del lavoro. Si tratta di un vero e proprio “prezzario” regionale per la progettazione e l’esecuzione di cantieri di lavoro edile.

“Le analisi – si legge nella premessa al decreto – sono state impostate in modo che trovino diretta applicazione i prezzi appositamente desunti dal Nuovo prezzario unico regionale per i lavori pubblici nella Regione siciliana e si possano, così, uniformarne le previsioni. A questo scopo sono state predisposte le analisi più ricorrenti per i costi relative alle varie categorie di lavoro”.

Rispetto alle analisi effettuate dai due assessorati, nella progettazione ed esecuzione dei cantieri di lavoro saranno ammessi scostamenti, in più o in meno per un massimo del 10%, nell’ipotesi di particolari difficoltà logistiche che possono insorgere nei luoghi di cantieramento, ad esempio all’interno di centri storici, o in zone con particolare difficoltà di accesso. Gli scostamenti dovranno essere certificati dal responsabile unico del procedimento, con apposita dichiarazione.

Lo studio prende in esame anche le quantità di manodopera comune e qualificata o specializzata. Per quanto riguarda i noli, sono considerati già presenti all’interno delle voci di prezzario, per cui andranno individuati soltanto nell’ipotesi di nuove analisi prezzi. Le voci riferite ai trasporti dei materiali a discarica saranno quelle inserite nel prezzario unico regionale dei Lavori Pubblici così come al prezziario si dovrà fare riferimento per eventuali voci non previste.

“L’analisi dei costi per la redazione dei progetti di cantiere di lavoro – ha detto il dirigente generale del dipartimento ispettorato tecnico Lavori Pubblici, Alessandra Russo – è uno strumento che garantisce uniformità di costi venendo contemporaneamente incontro sia ai progettisti dei cantieri che all’amministrazione che può valutare i progetti sulla base di elementi chiari e trasparenti”.

Presso il dipartimento regionale del Lavoro, che a inizio ottobre ha pubblicato i bandi  per finanziare i cantieri di lavoro, sono stati anche programmati incontri provinciali per rispondere ai quesiti posti da vari soggetti interessati ei che già sono pervenuti allo stesso dipartimento.

“Si tratta – ha spiegato il dirigente generale del dipartimento regionale Lavoro, Giovanni Bologna – di una importante occasione di semplificazione  e di snellimento delle procedure contro le incertezze ed i ritardi burocratici. Il prezzario, dunque, quasi come una cartina geografica, capace di orientare nel migliore dei modi il progettista, il responsabile del cantiere, ed anche l’amministrazione che sarà impegnata a valutare lo stesso progetto, in tempi ragionevoli ed efficaci, e sulla base di elementi uniformati a parametri oggettivi frutto di analisi accurate nel settore” .