Agrigentina, torna il pubblico all’Esseneto: squadra in ritiro

Il presidente dell'Agrigentina Giovanni Castronovo
Il presidente dell'Agrigentina Giovanni Castronovo

Per la prima volta nella stagione l’Agrigentina potrà giocare all’Esseneto a porte aperte con il pubblico. Lo ha deciso la Questura concedendo l’autorizzazione provvisoria a usare l’impianto di via Manzoni. Nei giorni scorsi il questore Girolamo Di Fazio aveva vietato l’utilizzo dello stadio  (dando il via al relativo procedimento) per le parentele in odore di mafia del patron Pino Motisi che si è dimesso lasciando la carica all’avvocato Giovanni Castronovo che oggi farà il suo debutto nella doppia veste di presidente-giocatore. “Prima della partita – dice il legale – andremo tutti insieme in ritiro in un locale di San Leone. Sarà un modo per trovare la giusta concentrazione in vista della delicata sfida casalinga contro il Corleone. E’ anche un passaggio dettato dalla scaramanzia – aggiunge Castronovo – perchè la scorsa stagione siamo andati nello stesso ristorante e poi ho segnato il gol che ha deciso a nostro favore il derby col Grotte”.