All’Osella di Incammisa il 2° Slalom “Città del Monte Saraceno”

incammisaE’ andata secondo pronostico all’Osella PA21 di Nicolò Incammisa la seconda edizione dello Slalom Città del Monte Saraceno, valida per la Coppa CSAI 6° Zona, per il Campionato Siciliano ed il Campionato Sociale dell’A.C. Agrigento.

Il pilota di Custonaci, dopo la defezione dell’altra Osella di Corso, ha confermato l’ottimo stato di forma e dopo il secondo posto di Kinisia di sette giorni fa ha avuto via libera sulla Fiat 127 di Gruppo Speciale condotta dal messinese Antonino Cardillo, che ha da recriminare su delle penalità, e sulla Fiat 126 del marsalese Francesco Cipponeri, primo tra i prototipi.

“Non è stata proprio una passeggiata – ha detto il vincitore – poichè il fondo stradale non consente alle Sport prototipo  di “scaricare” tutta la potenza. Comunque continuo l’affiatamento con questa nuova vettura che ho ricevuto dall’Osella appena 15 giorni fa”.

La manifestazione automobilistica organizzata dall’Automobile Club Agrigento con il patrocinio della Provincia Regionale di Agrigento e della locale Amministrazione Comunale, nonostante la concomitanza con un’altro slalom in provincia di Siracusa e con una gara di Formula Challenge a Favara, ha attirato una trentina di piloti che si sono dati battaglia sul tracciato di 3520 metri ricavato sulla strada provinciale n. 9.

Subito sotto al podio si ad una manciata di centesimi di secondo da Cipponeri si è inserito il catanese Cusmano della Camporotondo Corse davanti allo specialista Maurizio Anzalone, primo tra le GTI e portacolori del Motor Team Nisseno, ed alla Fiat 127 del calabrese Violante.

Tra i primi dieci sono riusciti ad inserirsi la Fiat 127 di Mazzarese, la Fiat 126 di Manuli, la A112 di Orlando ed il saccense Ignazio Bonavires, primo del Gruppo N ed ovviamente tra i conduttori agrigentini.

La classifica assoluta:

1. Incammisa Nicolò (Osella Pa21) pen. 168,55; 2. Cardillo Antonino (Fiat 127) 169,61; 3. Cipponeri Francesco (Fiat 126) 172,08; 4. Cusmano Sebastiano (Peugeot 205) 172,70; 5. Anzalone Maurizio (Renault Clio RS) 175,45; 6. Violante Domenico (Fiat 127) 175,71; 7. Mazzarese Andrea (Fiat 127) 177,61; 8. Manuli Domenico (Fiat 126)  179,47; 9. Orlando Biagio (A112) 184,97; 10.  Bonavires Ignazio (Peugeot 106 Rally) 184,99.