Sabato l’assemblea ecclesiale diocesana

Si terrà sabato 24 ottobre presso la Cattedrale di Agrigento, con inizio alle ore 16.30, l’Assemblea ecclesiale, durante la quale l’Arcivescovo, mons. Francesco Montenegro, consegnerà alla Chiesa agrigentina il piano pastorale 2009-2010 e darà il mandato agli operatori pastorali.

L’episodio evangelico della visitazione (Lc 1,39-56) detta il passo per un nuovo inizio per la Chiesa agrigentina che, nei mesi scorsi, si è messa in ascolto di Dio e dei suoi figli per riscoprire i tratti belli che la definiscono e per conoscere qualche ferita o ruga.

L’assemblea dello scorso 20 giugno, al termine dell’Anno dell’Ascolto, ha raccolto i frutti di un autentico discernimento comunitario; dal documento finale sono emerse alcune consegne che costituiscono la base e lo scheletro del nuovo piano pastorale.

Il 20 giugno scorso è stato consegnato al Vescovo il documento finale dell’Anno dell’Ascolto; sabato 24 ottobre sarà il Vescovo a consegnare alla Chiesa agrigentina il piano pastorale.

L’Assemblea ecclesiale, che sarà una liturgia della Parola arricchita da segni, a cui partecipano 5 rappresentanti per ogni parrocchia, i sacerdoti, i diaconi, le suore ed i rappresentanti delle aggregazioni laicali dell’Arcidiocesi, sarà così scandita: Verrà portata in processione la Madonna Odigitria, la Vergine del cammino, poi verranno intronizzati i Vangeli e proclamati i brani che la Chiesa propone per la festa della Visitazione (questa icona evangelica ci accompagnerà per tutto l’anno); durante l’omelia il Vescovo presenterà la lettera pastorale che verrà accolta come l’indicazione del padre alla famiglia raccolta in casa (la nostra Cattedrale); seguirà la presentazione del piano pastorale (ci aiuteranno alcuni fratelli diversamente abili e alcuni bambini) ed infine vi sarà il mandato agli operatori pastorali.

Il tutto si chiuderà con il canto del Magnificat, canto di lode e di impegno per riconoscere che Dio ha fatto e continua a fare grandi cose per noi .

L’evento sarà trasmesso in diretta da Telepace e Radio Diocesana Concordia