Caso Agrigentina, Motisi si dimette: l’avvocato Castronovo è il nuovo presidente

Il presidente dell'Agrigentina, Giovanni Castronovo
Il presidente dell'Agrigentina, Giovanni Castronovo

L’avvocato Giovanni Castronovo è il nuovo presidente dell’Agrigentina. Lo ha nominato l’assemblea dei soci che ha preso atto delle dimissioni di Pino Motisi. Il cambio ai vertici del club che milita nel campionato di Prima Categoria è stato deciso dopo il divieto del questore Girolamo Di Fazio di utilizzare lo stadio Esseneto per le parentele in odore di mafia dello stesso Motisi. L’ex patron è nipote del boss Cesare Lombardozzi e di Giovanni Giuseppe Motisi (arrestato e condannato per mafia). Un altro legame di sangue “contestato” è quello col suocero Calogero Russello, arrestato in due operazioni antimafia. Il cambio di presidenti consentirà di potere utilizzare nuovamente lo stadio Esseneto. “L’amico Pino Motisi – dichiara il nuovo presidente – ha sempre improntato la gestione del club a criteri di legalità. Chi non li ha rispettati è stato sempre allontanato dall’Agrigentina. Ho accettato l’incarico per salvaguardare la società e soprattutto il settore giovanile che svolge l’importante funzione di togliere i ragazzi dalla strada”.