Licata, Graci risponde all’UDC

Con nota lo scorso 9 Ottobre, il gruppo politico dell’U.D.C. di Licata ha dichiarato la fuoriuscita dalla maggioranza, quindi, dalla coalizione partitica che sostiene l’Amministrazione municipale guidata dal sindaco Angelo Graci. Così in seguito gli Assessori di riferimento, e cioè Angelo Di Franco ed Angelo Gambino, hanno rassegnato le dimissioni dalla carica ricoperta. A distanza di cinque mesi dall’ingresso nel gruppo di maggioranza, l’U.D.C. ha ritenuto di abbandonare il governo attivo della nostra Città motivando sul fatto che non si è proceduto, come più volte richiesto, alla riorganizzazione della struttura burocratico – amministrativa per consegnare alla Città dipartimenti più efficienti e funzionali al soddisfacimento dei bisogni. “Governare una città non è cosa facile, tantomeno una città come la nostra.- ha dichiarato il sindaco Graci lì indomani dell’ uscita dalla sua giunta del partito dello scudo crociato – I problemi da affrontare e da risolvere quotidianamente sono tanti, e le risorse per farvi fronte sono sempre più esigue. Abbandonare, comunque, è sempre una resa, una sconfitta. Di sicuro non è il modo migliore per contribuire ad affrontare i problemi, soprattutto in politica, dove il confronto, la condivisione ed il dialogo sono fondamentali per qualsiasi programmazione ed azione. Ringrazia, pertanto, Di franco e Gambino – ha puntualizzato il sindaco – per il qualificato impegno profuso, nell’espletamento delle deleghe assessoriali, nonché per la disponibilità, la collaborazione ed il contributo dato a favore di questa Città e di questa Comunità, ma si condanna, al contempo, la scelta operata dal gruppo politico U.D.C. di uscire dal gruppo di maggioranza, scelta, né concordata né condivisa, compiuta senza preventiva informazione.”