Discarica abusiva a Cammarata. Intervento della CGIL

E’ datata lunedì 6 ottobre scorso l’ennesima denuncia che la CGIL ha fatto attorno ai pericoli di inquinamento ambientale in questa Provincia.

Oggi la stampa e le televisioni informano che sono state inviate 15 denunce nell’area montana per l’interramento di rifiuti  speciali in luoghi e terreni non abilitati a questo fine.

Responsabili sono “imprenditori” ed imprese  che, ove iscritti alla Confindustria, vanno incontro a sicura espulsione, prima di rispondere della loro azione criminale davanti ai Giudici.

Queste denunce operate da parte della attivissima Stazione dei Carabinieri di Cammarata, arrivano a conferma dell’azione solitaria della CGIL rispetto alle bombe ecologiche attive  identificate  nel suo particolareggiato “dossier” nonché all’allarme lanciato sui fondali marini, sulle miniere chiuse e sulle discariche abusive, illegali ed irregolari.

La CGIL si aspetta da parte dei Magistrati istruttoria, processi e sentenze in tempi reali per assicurare certezza della pena,  fiducia nello Stato ed incoraggiamento alla denunzia.