Frana Giampilieri, Montenegro invita alla preghiera

frana_1In seguito alla frana che ha colpito Giampiliari ha diffuso la nota che segue, invitando gli Agrigentini a non far mancare “la carità della preghiera” per la gente duramente colpito dall’evento franoso.

Carissimi Agrigentini,
in questo momento di dolore per la tragedia che ha colpito i miei amici di Messina, busso ai vostri cuori perché la vostra preghiera e il vostro affetto li faccia sentire meno soli.
Il mio cuore è pieno di tristezza.
Le immagini televisive riportano nella mia stanza luoghi ora irriconoscibili, ma soprattutto i volti conosciuti, bagnati di lacrime e segnati dalla paura e dall’angoscia, di gente che ho incontrato e che il Signore ha affidato anche alle mie cure pastorali.
Ripenso agli abitanti di Giampilieri quando la frana di due anni fa segnò la loro vita e li riempì di quella paura che ancora albergava nel loro cuori.
Ora impotente li vedo crocifissi nel loro dolore. Sono fratelli che porto nel cuore, come porto voi. Voi siete ora la mia nuova famiglia, ma come vi ho detto quando sono arrivato ad Agrigento, loro, da quel giorno, sono i vostri nuovi fratelli che incontrate nel cuore del vostro Vescovo.

La carità della preghiera è il modo più vero per mettersi accanto.
Non fatela mancare. Ne hanno bisogno.
Vi ringrazio e vi abbraccio