Al cinema dal 2 ottobre

Bastardi senza gloria (cinema Mezzano)

Quentin Tarantino torna al cinema più in forma che mai, realizzando, con il suo consueto stile eccessivo e stilizzato, un’opera che è un frullato citazionista e violento di war movie, thriller con risvolti fanta-politici e western. Il film si ispira a Quel maledetto treno blindato di Enzo G. Castellari, tra i registi più apprezzati di Tarantino e racconta una storia surreale e intrisa di umorismo macabro. I “Basterds” sono un gruppo di soldati ebrei americani, guidati dal tenente Aldo Rain (Brad Pitt), che, nella Francia occupata dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale, hanno un solo scopo: ostacolare in ogni modo il Terzo Reich, uccidendo, con ogni arma a loro disposizione, il numero maggiore di nazisti. I Basterds non si fermano davanti a niente e nessuno e, animati da una irrefrenabile sete di vendetta, oltre ad uccidere i nemici tolgono loro anche lo scalpo…Tra gli attori anche Eli Roth (regista amico di Tarantino), Diane Kruger e Melanie Laurent.

La ragazza che giocava con il fuoco (cinema Mezzano)

Secondo capitolo delle avventure sempre sul filo di pericoli mortali e indagini ad alto rischio dell’hacker-punk Lisbeth Salander, personaggio nato dalla fantasia dello scrittore scandinavo Stieg Larsson e protagonista della trilogia letteraria di culto “Millennium”.

La vicenda si collega direttamente agli episodi narrati nel primo film: dopo aver risolto il caso precedente, Lisbeth (la rivelazione Noomi Rapace) è partita, in un viaggio che l’ha allontanata da casa ormai da parecchi mesi. Nel frattempo il giornalista Mikael Blomkvist (Michael Nyqvist) è tornato nuovamente a dirigere il suo amato giornale, il Millennium (da cui prende il nome l’intera trilogia). Blomkvist è pronto per la sua personale rivincita: infatti si sta occupando di una scottante inchiesta sul traffico di prostitute dall’Est Europa. I suoi principali collaboratori, però, vengono assassinati e il caso si complica ancor di più perché, contemporaneamente, viene anche ucciso l’avvocato Nils Bjurman, il sadico tutore di Lisbeth. I sospetti della polizia si addensano immediatamente sull’hacker, donna violenta e disturbata, tormentata da un oscuro passato…

Baarìa (cinema Ciak)

Grandioso ritorno alla regia e al cinema di Giuseppe Tornatore, che dirige un’opera corale, dal respiro sia epico che intimista, dedicata interamente alla Sicilia e al suo paese natale, Bagheria, raccontando 40 anni di Storia italiana attraverso le storie dei numerosi personaggi che affollano e colorano la scena.

Girato in Marocco, ancor prima di uscire al cinema, Baarìa era già un film da record: un budget di 20 milioni di euro, un set (in Tunisia) di proporzioni enormi, 20.000 comparse, 30 settimane di lavorazione, un cast composto da circa 200 attori e una troupe di quasi 300 persone.

Protagonisti assoluti due debuttanti, entrambi siciliani, Margareth Medè e Francesco Scianna, che interpretano, nella Bagheria (Baarìa, “Porta del Vento”, in dialetto) degli anni ’30, due innamorati, Mannina e Giuseppe. La loro storia d’amore si intreccia alle vicende più importanti dell’Italia del ‘900 e attraversa la seconda Guerra Mondiale, il crollo della monarchia, la nascita della Repubblica, le elezioni politiche, il boom economico ecc, fino ad arrivare agli anni ’70. Sullo sfondo sempre Bagheria e le vite di padri, figli, mogli, soldati, sindacalisti, politici, borghesi e gente del popolo.

Tra gli altri membri del cast Luigi Lo Cascio, Nicole Grimaudo, Angela Molina,  Ficarra & Picone, Aldo Baglio, Monica Bellucci.

G-Force:Superspie in missione (cinema Winner)

Curiosa produzione Disney che mescola live action e animazione digitale in 3D. Protagonisti della divertente vicenda una super-squadra di porcellini d’India, addestrati dai servizi segreti U.S.A. per sventare un complotto e salvare il mondo. La parte del cattivone di turno, megalomane e sopra le righe è affidata al simpatico e irresistibile Bill Nighy.