Abusivi, intervento di Di Benedetto

“L’acquisizione dei terreni, ricadenti nella zona A della Valle dei templi, da parte della Soprintendenza ai Beni Culturali  e Ambientali di Agrigento ripropone un problema di notevole dimensione soprattutto dal punto di vista sociale.  Fermo restando la salvaguardia e la tutela del parco archeologico”. Lo afferma il deputato regionale Giacomo Di Benedetto.  “Numerose famiglie rischiano di trovarsi senza un tetto, senza la loro abitazione principale – aggiunge il parlamentare del Pd – è questo rappresenta certo un dramma umano che non può e non deve essere sottovalutato dalla politica e dalle istituzioni. L’iter delle espropriazioni è arrivato ormai ad un punto molto avanzato. Tuttavia vanno individuate alcune soluzioni, oggettivamente praticabili, senza creare nuove illusioni,  per cercare di andare incontro alle esigenze di questa fetta di popolazione agrigentina. Sarebbe auspicabile almeno un rinvio delle operazioni di esproprio – aggiunge l’onorevole Di Benedetto – in modo da evitare quelle azioni di emergenza e di pronto intervento che non sempre vengono poi gestite con efficienza e con le dovute e opportune modalità. Così nelle more, qualora non venissero individuati percorsi alternativi alle presa in possesso dei terreni e dei fabbricati da parte della Soprintendenza,  sarebbe opportuno che il Comune di Agrigento avvii un percorso che consenta alle famiglie sfollate di avere un alloggio alternativo dignitoso. L’amministrazione di Palazzo dei Giganti cominci, dunque, a mettere a punto un adeguato programma per la sistemazione logistica delle persone, destinatarie del provvedimento, evitando così di farsi trovare impreparata nell’ipotesi di una immediata emergenza” – conclude Di Benedetto.