La Pallamano Girgenti stecca la prima a Merano

E’ finita 33 a 27 per i padroni di casa del  Merano, la prima in A1 della Pallamano Girgenti. La formazione biancoazzurra ha pagato a caro prezzo l’assenza di Luciano Brancaforte, a letto con l’influenza. Lo straniero Darko Radic ha giocato con un polpaccio infortunato, ma è stato ugualmente tra i migliori in campo con 9 reti realizzate. Il Merano ha sfruttato in pieno il fattore campo e sorretta da un calorosissimo pubblico è riuscita a portare a casa l’intera posta in palio. Il fuoriclasse Popov ha fatto un po’ la differenza segnando 12 goal. L’inizio di match è stato equilibrato, il Girgenti ha difeso bene ed ha contrattaccato al meglio delle proprie potenzialità. Si è portata anche in vantaggio, ma poi ha subito la veemente reazione dei bianconeri. Il primo tempo si è chiuso con il vantaggio del Merano per 16 a 14. Nel secondo tempo la squadra di casa ha aumentato il vantaggio. Nel Girgenti ottima la prova del diciottenne Francesco Cirasa, autore di 6 reti al debutto in A1. Bruno Brzic, ex di turno ed osservato speciale, ha messo a segno 5 reti. Il Direttore generale, Tony Camilleri, non fa drammi e dichiara: “E’ stato un esordio sfortunato perché la squadra era priva di due elementi in grado di poter fare la differenza: Luciano Brancaforte e Darko Radic. Il serbo non doveva nemmeno giocare per l’infortunio al polpaccio ma ha stretto i denti ed e’ stato del match con ottimi risultati. La serie A1 è un campionato difficilissimo ma siamo soltanto all’inizio e sono convinto che disputeremo un’ottima stagione. La società è rimasta favorevolmente soddisfatta dalla prestazione del giovane Cirasa, un piccolo grande campione che farà parlare a lungo di se”.