Efebo d’Oro, a “Baarìa” il premio “Miglior libro di cinema”

A Giuseppe Tornatore con Pietro Calabrese è andato quest’anno il premio Efebo d’Oro per il miglior libro di cinema 2009 “Baarìa” pubblicato dalla Rizzoli.

Lo ha deliberato la giuria del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani che da 27 anni organizza l’originale iniziativa con il Centro di Ricerca per la Narrativa e Cinema di Agrigento. “ Come un libro a due voci -recita la motivazione- diventa, insieme,il romanzo di una vita e il racconto, emozionante di un luogo raccontato come in un grande affresco. Cinema, cultura e ricordi personali in un libro – intervista avvincente come un film”.

Premiato anche come miglior libro-saggio 2009 “L’invenzione della nostalgia; il vintage nel cinema italiano e dintorni” di Emiliano Morreale pubblicato dalla Donzelli.

La menzione speciale del Centro agrigentino è andata invece al libro “Letteratura e cinema” di Alessandro Cinquegrani per i tipi dell’editrice La Scuola mentre a Stefano Masi la giuria del Sindacato presieduta da Laura Delli Colli ha riconosciuto una menzione per il “Dizionario mondiale dei direttori della fotografia” pubblicato da Le Mani.

La cerimonia dei riconoscimenti è in programma sabato 3 ottobre nella cornice del Museo Archeologico di Agrigento.