Naro. Risolto per inadempimento il contratto per la riscossione dei tributi locali

Lo ha  denunciato il settimanale Panorama: la società di riscossione Tributi Italia s.p.a. non onora i contratti stipulati con i Comuni per la riscossione dell’imposte e delle tasse locali. In pratica  -scrive Panorama- da qualche tempo a questa parte, la società Tributi Italia s.p.a. riscuote le tasse comunali, ne incassa l’importo, ma non versa quanto dovuto ai  500 Comuni nei quali  è aggiudicataria del servizio di riscossione.

Tra questi 500 Comuni ci sono grandi città come Bologna ed importanti capoluoghi di province siciliane come Siracusa, ma ci sono anche piccoli Comuni come Naro.

In realtà, il Comune di Naro si è ritrovato il rapporto contrattuale con la Tributi Italia s.p.a.  per vicende non dipendenti dalla propria volontà. Infatti, la concessionaria della riscossione  nel Comune di Naro era la società Ausonia Servizi che successivamente è stata incorporata dalla San Giorgio , divenuta poi Tributi Italia spa.

Adesso la Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco Giuseppe Morello, ha sancito la risoluzione del contratto per inadempimento della società concessionaria, la quale non ha adempiuto alla proprie obbligazioni nei confronti del Comune ed anzi – come si legge nel provvedimento amministrativo di risoluzione del contratto – ha reiterato e persistito nella condotta inadempiente, arrecando pure un  grave danno al Comune.

La Tributi Italia s.p.a. è stata anche diffidata dal riscuotere qualunque tributo spettante al Comune di Naro che, da parte sua,  si è attrezzato per la riscossione diretta. Pertanto il pagamento di tutti i tributi comunali (ICI, Tassa Rifiuti Solidi Urbani, Tosap, Imposta Comunale sulla Pubblicità, Diritti sulle Pubbliche Affissioni) dovrà essere adesso effettuato sul  conto corrente postale n. 12274924, intestato al Comune di Naro/Servizio di Tesoreria Comunale.

Il funzionario comunale responsabile dei servizi finanziari ha già provveduto a notificare alla Tributi Italia S.p.A. la risoluzione del contratto  per la riscossione dei tributi locali e, da questo momento, provvederemo alla riscossione diretta” dichiara il sindaco Morello.

“D’altronde, appena insediatomi nella carica di Sindaco, ho voluto vederci chiaro e nei giorni scorsi, insieme alla Giunta, siamo arrivati alla conclusione che la Concessionaria della Riscossione non poteva continuare ad incassare gli importi dei tributi comunali senza fare i dovuti versamenti, alle previste scadenze contrattuali,  in favore del  nostro Comune.

L’omissione dei versamenti da parte della Tributi Italia S.p.A. ha purtroppo influito sulla mancanza di liquidità nelle casse comunali, costringendo il Comune a ricorrere alle anticipazioni di tesoreria, a ritardare i pagamenti ai legittimi  creditori  e persino gli stipendi ai dipendenti.

Speriamo adesso che nel volgere di pochi  mesi tutto possa tornare alla normalità”.