Anniversario del giudice Livatino ucciso dalla mafia, Calè: “Martire della legalità”

“Rosario Livatino: un uomo libero che ha pagato con la vita la sua dedizione al dovere e un’incrollabile fede nella giustizia.” Sono queste le parole di Claudio Calè, già presidente della Consulta Studentesca, che, in occasione del 19°Anniversario dell’uccisione del giudice Livatino, invita i giovani agrigentini a seguirne l’esempio di rettitudine e dedizione al bene comune. “Non un eroe, non un santo o un superuomo- conclude Calè- ma un giovane come mille altri innamorato della vita e della giustizia.”