Il mondo della giustizia ricorda il giudice Livatino D’Angelo: “Il suo sacrificio non è stato inutile”

livatinoDiciannove anni dopo l’omicidio del giudice Rosario Livatino, il mondo della giustizia di ferma per omaggiarlo. Questa mattina – nell’aula a lui intitolata del tribunale di Agrigento – magistrati, avvocati e operatori della giustizia lo hanno ricordato con un incontro di studi sul processo civile organizzato dall’Associazione nazionale magistrati. Il presidente del tribunale di Agrigento, Luigi D’Angelo, ha reso onore alla sua figura con parole di grande commozione: “Chi pensava di ottenere qualcosa uccidendo Rosario ha fatto male i conti. Il suo ricordo, a distanza di quasi venti anni è più che mai vivo in tutti noi. Livatino ha rappresentato un esempio di imparzialità e un modello a cui qualsiasi giovane magistrato deve ispirarsi”.