Nuove modalità per il conguaglio del modello 730/2009

A partire da agosto ai pensionati interessati dal conguaglio fiscale per il modello 730/2009, l’Inpdap applica sulla pensione una ritenuta mensile calcolata secondo le seguenti modalità:

  • su una pensione mensile minore di euro 1.150 la ritenuta è pari a un quinto fino alla rata di dicembre;
  • su una pensione mensile maggiore di euro 1.150 si rateizza l’importo a debito in misura pari alla rimanenza di pensione dopo aver salvaguardato l’importo mensile di euro 916,40;
  • per i debiti compresi entro i 259 euro la ritenuta è in unica soluzione sulla rata di pensione di agosto.

Sulle rate disposte sarà calcolato l’interesse di legge nella misura dello 0,50 per cento mensile.

Nel caso in cui il debito non fosse azzerato completamente con la rata di pensione di dicembre 2009, gli interessati dovranno pagare l’importo residuo, entro il 15 gennaio 2010, direttamente all’Agenzia delle Entrate. In questo caso l’Inpdap invierà ai pensionati, entro il 15 dicembre, il modello F24, precompilato con l’importo dovuto, da presentare presso un Istituto di Credito o un Ufficio postale.

Chi desidera, invece, pagare in unica soluzione l’intera somma deve comunicare la sua scelta per iscritto alla Sede Inpdap di riferimento che provvederà alla trattenuta sulla prima rata utile di pensione.

A chi ha già scelto la modalità di rateizzazione per il recupero del debito fiscale in sede di dichiarazione dei redditi, viene applicata la rateizzazione secondo le indicazioni contenute nel Modello 730 presentato dal pensionato, senza alcuna variazione.

Tutti i pensionati interessati dal conguaglio fiscale hanno ricevuto insieme al cedolino di pensione di agosto una lettera dell’Inpdap in cui è stato comunicato l’importo a debito e tutte le informazioni utili nel dettaglio.