Tre agrigentini alla finale dei Campionati Italiani di Tiro a Segno

FOTOtsnIl conto alla rovescia è cominciato per i tre Tiratori agrigentini che parteciperanno a Bologna dal 17 al 20 Settembre ai prossimi Campionati Italiani di tiro a segno. Angelo Mauro, Giacomo Fidanza e Federico Comignano saranno i tre tiratori finalisti che comporranno la squadra della sezione agrigentina nelle specialità pistola a 10 metri e pistola standard a 25 metri.

Gli atleti sono approdati a Bologna dopo aver superato a pieni voti una qualificazione estenuante di cinque gare svolte a Bagheria e Catania classificandosi sempre nei primi posti.

Completata la fase di preparazione per la finale durata due mesi, i ragazzi agrigentini adesso dovranno misurarsi con i più forti tiratori d’Italia. Su Federico, giovane universitario sono riposte tutte le speranze per ritornare ad avere ad Agrigento un tiratore in nazionale ad aria compressa. E’ una occasione irripetibile, commenta il giovane tiratore, ho passato tutta l’estate ad allenarmi in poligono seguito dal mio tecnico Angelo Mauro e adesso mi sento pronto per brillare a Bologna cercando di catalizzare su di me le attenzione del CT federale. A Giacomo, unico tiratore che parteciperà in due specialità, 10 e 25 metri, spetta il compito più impegnativo, attaccare nella prima gara a 25 metri i pochi tiratori che lo precedono in classifica generale. Spero di fare bene in tutte e due le specialità, anche se il sogno della conquista del titolo italiano lo ripongo sulla specialità a fuoco perché più alla mia portata. Sarà un’esperienza indimenticabile, commenta il Presidente della sezione agrigentina, Angelo Mauro. Vedere gareggiare i propri gioielli insieme con gli olimpionici di Pechino rappresenterà un momento di orgoglio e un’ ulteriore conferma del lavoro certosino e professionale che si svolge nella sezione agrigentina. Congratulazioni per gli ammessi e un profondo in bocca al lupo arriva dal Presidente Provinciale del CONI, Dott. Calogero Lo Presti.