Lampedusa, sequestrati beni al Comune: per De Rubeis scatta l’accusa di abuso di ufficio

dino-de-rubeis1Ancora guai giudiziari per il sindaco di Lampedusa e Linosa Bernardino De Rubeis. La Guardia di Finanza ha sequestrato beni per un valore di 887 mila euro, appartenenti al Comune. Il materiale, sarebbe stato acquistato negli ultimi due anni dal sindaco per conto del comune delle Pelagie da una ditta di Palermo. Si tratterebbe di pali dell’illuminazione. Il provvedimento ipotizza il reato di abuso d’ufficio. E’ stato disposto dal gip Stefano Zammuto su richiesta del procuratore di Agrigento Renato Di Natale, dell’aggiunto Ignazio Fonzo e del sostituto Luca Sciarretta. Il Gip spiega che “esiste il pericolo che la libera disponibilità dei beni costituenti l’illegittima fornitura e non ancora concretamente utilizzati dal comune possa aggravare le conseguenze del reato”. Lo stesso parla di “macroscopiche e gravi violazioni di legge”.