VespaFest Sicilia, buona la “prima”

vespafest_5Ottima l’organizzazione dell’Associazione Mediterraneo di Agrigento che ha realizzato un evento difficile ed articolato:  il VESPAFEST SICILIA 2009, svoltosi nei giorni 4-5-6 Settembre nelle Province di Agrigento e Caltanissetta.

204 le Vespa partecipanti, quasi 300 tra conducenti ed i  passeggeri, provenienti da numerose città italiane.

Oltre ai club locali che hanno promosso l’evento (Caltanissetta, il Tritone di Caltanissetta, Canicattì, la Vespella di Agrigento e Raffadali), sono stati presenti  Vespa Club provenienti da Erice, Trapani,  due da Marsala, Messina, Catania, Palermo, Modica, Niscemi, Sampieri, Maratea, Barletta, Vercelli, Roma, Venaria Reale, Mantova.

Presenti anche i delegati nazionali del Vespa Club d’Italia – Carlo Ruggiero e Claudio Federici –  ed il delegato dell’area sud, Avv. Mariano Munafò.

Giorno 4, arrivo degli equipaggi a Canicattì, verifica delle iscrizioni e partenza pomeridiana dalla villa comunale.

Dopo un festoso giro in corteo per le vie, trasferimento ad Agrigento.

L’ingresso quasi trionfale nella Città dei Templi ha ricordato i festosi ritorni di Esseneto dagli antichi giochi di Olimpia.

Rumoroso e variopinto l’ingresso in Via Atenea per una pausa rinfrescante.

La serata ha impegnato il popolo della Vespa al Baraka Lounge, uno dei locali più in voga della movida agrigentina.

Il suggestivo scenario dei Templi illuminati sulla collina sacra ha fatto da cornice al “VESPART” –  mostra d’arte pittorica tematizzata alla Vespa, con quadri del pittore messinese Giuseppe Orlando – e al “VESPACLICK” – mostra fotografia multimediale sulla Vespa, che ha proposto numerosi click d’autore – .

Durante la serata buona musica e gusti tipici della nostra terra: in degustazione i vini del Baglio del Cristo di Campobello di Licata, della Cantina Orestiadi, di Mandrarossa, di Corbera e di Morgante,  a rafforzarne il sapore le sfizioserie di  “Dolci e Salati” , le mozzarelle di Fazio, il  pane nero di Castelvetrano, l’olio Orestiadi, la “Vastedda del Belice” ed i formaggi di Gibellina. Preziosa ed apprezzata la presenza dell’AIAB con i suoi prodotti biologici.

La mattina successiva, alle 9,30, lo sciame dei radunisti ha incontrato un vespista doc, l’Arcivescovo di Agrigento Mons. Franco Montenegro che notoriamente usa la sua Vespa nera per gli spostamenti urbani.

Dopo la benedizione, il gruppo si è spostato a Porto Empedocle per una
pausa gelato nella cittadina di Camilleri  prima di proseguire verso Realmonte.

Lungo il tragitto costiero nella zona dei lidi, pausa  d’obbligo sulla  salita della  Scala dei Turchi  per far ammirare  a tutti  la meravigliosa  ed unica montagna bianca che lambisce il mare.

La scorazzata delle oltre 200 Vespa lungo le vie strette di  Realmonte è terminata al lido di Capo Russello dove i radunisti non hanno perso l’occasione di un goliardico bagno al mare ( molti non preventivamente attrezzati di costume, anche in mutande).

Il pranzo, sponsorizzato ed offerto dal “Ristorante il Madison” è stato servito in una delle splendide terrazze con vista mozzafiato sulla rada della Scala dei Turchi.

Il pomeriggio si è proseguiti per  Raffadali  per  far visita  al  locale  Vespa Club,  capitanato dal vulcanico farmacista Dott. Arcuri.

Serata  di grande  prestigio  a bordo della  piscina dell’Hotel  Dioscuri  Bay  Palace di  San Leone, opportunamente allestita a gala per una raffinata cena ed un eccezionale spettacolo  a metà tra cultura e fashion.

Le Ditte Bellavia Moda, Lattuca Gioielli ed Ottica Vassallo hanno vestito, ingioiellato  ed accessoriato 5 splendide modelle.

L’Art Director, Peppino Callea, ha sapientemente mixato immagini, suoni, e Vespa d’epoca ad abiti moderni, dal gusto retrò, per raccontare lo storyboard del sessantennio festeggiato: 1949 – 2009.

Domenica mattina la carovana lascia il territorio agrigentino per trasferirsi in quello nisseno.
Dopo un passaggio, con brevi soste, a Bompensiere, Montedoro, Serradifalco e San Cataldo, arrivo a Caltanissetta.

In tanti  meravigliati dell’assenza delle istituzioni nei primi 3 Comuni.

A  Caltanissetta  le Vespa hanno fatto  bella  mostra in  Piazza Garibaldi e,  dopo una  foto  che ha immortalato oltre 300 persone (autorità comprese),  tutti al pranzo finale, dove la parola d’ordine è stata solo una: appuntamento al VESPAFEST 2010 !

[nggallery id=54]