Canicattì, continuano le polemiche tra sindaco e forze politiche

Il susseguirsi di polemiche tra il sindaco di Canicatti Vincenzo Corbo e le forze politiche, a seguito dell’ approvazione di importanti atti quali la pianificazione delle opere pubbliche e degli strumenti finanziari, spingono i consiglieri comunali del Pdl-Forza Italia, Mauro Palilla e Gioacchino Giordano, che da qualche giorno avevano dichiarato, come del resto ha fatto l’ intero gruppo che in consiglio si rifà alle posizioni del Ministro Alfano, pieno appoggio all’ amministrazione Corbo, di rassegnare alla cittadinanza le proprie valutazioni, al fine di non farsi coinvolgere in un dibattito sterile e forviante rispetto ai drammatici problemi che affliggono la città. La crisi economica, dell’ agricoltura, del commercio, delle imprese e nel suo complesso i problemi per la mancanza di lavoro per i giovani e meno giovani dovrebbero caratterizzare, secondo Palilla e Giordano, l’ azione della politica secondo le sue articolazioni. La città soffre per la carenza cronica di servizi quali : igiene, traffico, viabilità, servizi in favore delle fasce deboli della popolazione. E’ giusto che il Sindaco e la sua giunta si riappropino del proprio ruolo e non si sottraggano alle proprie responsabilità. La confusione dei ruoli, secondo i due esponenti del PdL nuoce alla città, pertanto entrambi ribadiscono che a tutt’oggi la loro posizione in consiglio è di opposizione rispetto all’ amministrazione in carica. Il consigliere Giordano, quale componente della prima commissione, tiene a precisare di averne sempre apprezzato l’ operato e di avere condiviso il parere negativo espresso al rendiconto finanziario 2008, dissociandosi di fatto dal suo capogruppo Luigi Selvaggio, che al riguardo aveva rilasciato incaute dichiarazioni.