Sciacca, recupero edifici dei centri storici: chi e’ interessato può usufruire di mutui a tasso zero

“Un ‘opportunità di cui approfittare per ristrutturare le abitazioni, riqualificare i quartieri del centro storico, mettere in moto l’economia e creare occupazione “. È quanto dichiara l’assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici Antonino Turturici nel rendere noto il contenuto di una norma inserita tra le pieghe della legge regionale numero 6 del 2009. Si tratta dell’articolo 33, recante disposizioni per il “Recupero di edifici situati nei centri storici e nelle zone omogenee”. Per dare seguito alla legge, l’Assessorato regionale ai Lavori Pubblici, di concerto con la Ragioneria generale della Regione, è stato autorizzato a stipulare con gli istituti di credito convenzioni finalizzate alla stipula di contratti di mutuo ventennale con i proprietari di immobili situati nei centri storici o nelle zone omogenee classificate “A” nei piani regolatori generali dei comuni e con i proprietari di edifici classificati netto storico. I mutui sono espressamente finalizzati alla “manutenzione straordinaria, all’adeguamento alle norme vigenti alle disposizioni antisismiche, al restauro, al ripristino funzionale degli stessi, o di porzioni di essi, per unità immobiliari da adibire ad uso residenziale per un importo massimo di 300 mila euro, e comunque non superiore ad un importo massimo di 2.000 euro al metro quadrato, per ciascun soggetto richiedente e per ciascuna unità abitativa, ponendo a carico del bilancio regionale il 100 cento per cento del costo degli interessi”. I mutui previsti dalla legge regionale possono coprire il 100 per cento del costo degli interventi di restauro e di ripristino funzionale.

“La Regione Siciliana – dice l’assessore Antonino Turturici — concede in buona sostanza ai proprietari di abitazioni siti in centro storico mutui a interessi zero per la manutenzione straordinaria, il restauro e l’adeguamento alle leggi vigenti in materia edilizia. L’assessore Antonino Turturici invita, pertanto, i cittadini interessati ad approfittare della norma e a rivolgersi per eventuali chiarimenti all’ufficio tecnico del comune di Sciacca “.