Aeroporto, l’assessore Argento tuona contro Lombardo

lombardoDichiarazioni di fuoco dell’Assessore all’edilizia e Gestione patrimoniale, Luigi Argento, contro il governatore Lombardo sulla vicenda dell’aeroporto    “Il mio rammarico – dichiara Argento – è quello di  non vedere a fianco dell’amministrazione D’Orsi il presidente Lombardo, il quale dal canto suo si è distinto solo per l’abilità di sottrarre alla nostra provincia i 35 milioni di euro assegnati, somme che serviranno a realizzare altre infrastrutture non certo in provincia di Agrigento”. Secondo Argento la somma “ poteva almeno essere destinata per potenziare la viabilità interna, ma soprattutto quella rurale, esigenza di tutti quei territori che negli anni hanno sviluppato un sistema economico-imprenditoriale nel settore agricolo e nella zootecnica”. L’assessore all’edilizia ricorda che “Nel corso della visita del Governatore Lombardo ad Agrigento nel mese di   era stata condivisa la necessità di rivedere e rimodulare la vecchia Legge  regionale 9/86: legge che prevede l’obbligo da parte delle Province regionali di provvedere alla manutenzione e gestione di tutte quelle strade cosiddette “non-classificate” (ex-ESA, ex-Consortili, ex-Consorzi di Bonifica etc), per le quali però non è stato mai previsto nessun trasferimento di somme necessarie alla loro manutenzione, ma che in quell’ottica di collegamento e migliore accessibilità dei territori montani e a vocazione agricola in genere rappresenta  l’unica “STRADA” politico-amministrativa da perseguire. In tale occasione Lombardo aveva annunciato che un’attenzione particolare sarebbe stata rivolta ad Agrigento e agli agrigentini, le cui famiglie necessitano di sviluppo e occasioni di lavoro che verranno a mancare inevitabilmente se la politica adottata sarà quella di privare di risorse economiche il nostro territorio”.
Secondo Argento “non è possibile pensare solo ed esclusivamente agli imprenditori privati per fare l’aeroporto: la Regione deve essere anello di congiunzione per realizzare infrastrutture”