Incontro Lombardo-Guindani, investimenti in infrastrutture di rete per 50 milioni di euro nel triennio 2010-2013

Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo,  ha incontrato, oggi pomeriggio, il presidente di Vodafone Italia, Pietro Guindani, accompagnato dal responsabile  affari istituzionali enti locali Michelangelo Suigo. All’incontro, che si è tenuto nella sede di Catania della Presidenza della Regione,  ha preso parte anche Ivan Lo Bello,  presidente di Confindustria Sicilia .

Confermando la propria attenzione per l’estensione della banda larga mobile e fissa sul territorio regionale,  Vodafone ha annunciato che per il prossimo triennio prevede di investire in infrastrutture di rete circa 50 milioni di euro che si vanno ad aggiungere ai 16 milioni di euro dell’anno fiscale in corso e agli oltre 150 milioni già investiti dal 2001. Gli interventi previsti consentiranno di migliorare la qualità dei servizi di connettività in banda larga e di ridurre ulteriormente il digital divide nella regione, consentendo ad un numero sempre maggiore di siciliani di poter accedere ad internet tramite rete mobile.

“Accogliamo con vivo interesse – ha dichiarato il presidente della Regione, Raffaele Lombardo –  il considerevole piano di investimenti presentato oggi dai vertici di Vodafone Italia. Siamo sicuri che i servizi  innovativi, quali la banda larga e la video conferenza,  resi disponibili dalle nuove tecnologie potranno  risultare di grande utilità migliorando l’efficienza della pubblica amministrazione. Siamo interessati altresì – ha concluso Lombardo –  alla possibilità di sviluppare progetti di ricerca in sintonia, fra la Regione e la stessa Vodafone”.

“É molto importante il confronto tra Vodafone e la Regione Siciliana nello sviluppo delle telecomunicazioni. – ha dichiarato Pietro Guindani –  Abbiamo anticipato al presidente Lombardo i nostri impegnativi ma molto concreti piani d’investimento, per un costante interesse nell’assicurare i migliori servizi di comunicazioni fisse e mobili a cittadini e imprese. Lo sviluppo della larga banda si configura come un ulteriore strumento per emergere dalla crisi economica, per questo è quanto mai importante lavorare alla riduzione del digital divide, e questo è il nostro obiettivo. Attualmente Vodafone sta implementando nel paese l’ultima versione dell’HSPA+ che consentirà velocità di navigazione fino a 14.4 megabit al secondo”.

Guindani  ha confermato il forte impegno a livello regionale, dove è presente con 580 dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato, la maggior parte dei quali occupati nella sede del Call Center di Catania, per la cui realizzazione sono stati investiti oltre 8 milioni di euro; mentre la rete commerciale consta oggi 157 punti vendita di cui ben 57 Vodafone One.‬‪

Vodafone investe circa un  miliardo di euro l’anno in servizi e innovazione in Italia e ha già avviato la realizzazione della propria rete di nuova generazione che integra in una unica piattaforma tecnologie radio e fisse. Vodafone Italia inoltre, è il primo operatore nazionale ad aver applicato a tutta la rete UMTS, costituita da oltre 9.500 antenne, la tecnologia HSDPA, con una copertura di circa l’80% della popolazione. Il 17 novembre scorso è stata realizzata la prima connessione dati mobili a 14.4 megabit al secondo, uno sviluppo che sarà realizzato nel corso del 2009. L’ulteriore evoluzione sarà portare la velocità della banda larga mobile fino a 28 Mbps, per arrivare, nel 2012, alla quarta generazione, la Long Term Evolution (LTE). Questa consentirà di trasmettere dati con velocità fino a 100 Mbps rendendo possibile la fornitura di servizi comparabili a quelli offerti dalle reti fisse.