Siculiana, passeggiata per la legalità

passeggiata_siculiana1Notevole partecipazione alla manifestazione indetta dal Comitato Cittadino di Siculiana. “Siamo davvero sorpresi di tanta parteciazione” ha sostenuto il portavoce del comitato Giuseppe Zambito ” è la dimostrazione di come la comunità di Siculiana ha bisogno di uscire dalla situazione di apatia e rassegnazione in cui è precipitata negli ultimi mesi” – ” La passeggiata per le vie del paese rappresenta simbolicamente il riappropriarsi del proprio territorio, percorrerlo significa prendersene cura e specialmente in questo periodo in cui la cittadina attraversa una grave crisi socio-politica-economica vuole esprimere la volontà di costruire un futuro degno della nostra tradizione”.
Il corteo è partito alle 18,30 dalla Villa Comunale, ha attraversato le vie del centro storico per approdare in Piazza Municipio. Almeno 1500 persone si sono mosse in modo pacifico. Raggiunto il palazzo municipale è continuata la raccolta di firme contro l’aumento del 300% della Tarsu e sono stati distribuiti moduli per segnalare all’URP del Comune di Siculiana disserverzi o per dare suggerimenti. Domenico Marino, uno dei responsabili del com. citt.,  è intervenuto illustrando l’iniziativa del neonato sportello per la trasparenza e la partecipazione “la costruzione di un sano rapporto tra cittadini e istituzioni non può prescindere dalla partecipazione attiva, lo sportello vuole da un lato stimolare i cittadini a diventare parte attiva nella gestione della cosa pubblica e dall’altro segnalare i problemi del territorio alle istituzioni”.passeggiata_siculiana2
Nel corso della manifestazione la cittadinanza è stata informata che la Ge.sa AG 2 è intenzionata a promuove la raccolta differenziata con il servizio porta a porta scegliendo proprio Siculiana come Comune pilota “abbiamo accolto con soddisfazione la notizia” dice Zambito “per due aspetti sia perchè lo riteniamo un servizio di grande civiltà ecologica e sociale e anche perchè ciò consentirà di abbattere i costi della Tarsu; accanto a questo segnale positivo è però necessario ridiscutere dell’intero servizio che riteniamo troppo oneroso e quindi chiediamo la riformulazione dello stesso per il 2009 e la diminuzione dei costi per il 2008 in quanto riteniamo che i termini del contratto e della carta servizi non siano stati rispettati. In questa direzione intendiamo collaborare con la commissione straordinaria in difesa dei siculianesi.”
Al termine dell’iniziativa una delegazione del Comitato Cittadino composta da Giuseppe Zambito, Domenico Marino, Pasquale Vella, Lillo Lino e Enzo Zambito è stata ricevuta dalla Dott.ssa Torre a cui è stata consegnata la petizione popolare, più di 1800 firme.Il comitato cittadino continuerà la propria attività e mira a forme di collaborazione sempre più concrete con con la commissione straordinaria.